Rivista del Diritto Commerciale e del diritto generale delle Obbligazioni

Risultati della

Ricerca

26 risultati


FILTRI ATTIVI

Annata 1985
Fascicolo 9-12
Modifica filtri Nuova ricerca

Le nuove tendenze della normativa bancaria (SABINO CASSESE)

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 201

CORTE DI CASSAZIONE S.U. - 25 gennaio 1985, n. 353

Ente pubblico imprenditore. Esercizio dell'impresa in regime di monopolio. Obbligo di contrarre. Sussistenza.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 405

CORTE DI CASSAZIONE - 30 marzo 1985 n. 2255

Acquisto di immobili da parte del socio. Acquisto in nome proprio e per conto della società. Atto scritto. Non necessario.. Confessione stragiudiziale resa al notaio. Effetti.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 443

CORTE DI CASSAZIONE - 20 aprile 1985 n. 2619

Non ammissione alla amministrazione controllata. Stato di insolvenza. Dichiarazione di ufficio del fallimento. Art. 192 L.F. Inapplicabilità. Leggi sull'amministrazione straordinaria. Questione di costituzionalità. Manifesta infondatezza.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 449

TRIBUNALE DI COSENZA - 30 gennaio 1985 (decr.)

Deliberazione di modifica dell'atto costitutivo. Persona delegata ad apportare modifiche in sede di omologazione. Limiti dei poteri. Non riguardano modificazioni essenziali.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 485

La legittimità della emissione di obbligazioni indicizzate (GIUSEPPE FERRI)

Prestito obbligazionario. Capitale indicizzato. Non Omologabilità.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 487

TRIBUNALE DI MILANO - 12 aprile 1984

Amministratori. Clausola simul stabunt simul cadent. Validità. Amministratore decaduto e non rieletto. Diritto al risarcimento del danno. Insussistenza.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 477

TRIBUNALE DI FIRENZE - 21 settembre 1985

Costruzione su area illegittimamente occupata. Effetti. Accessione invertita. Diritto del proprietario al risarcimento del danno.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 497

Offerta pubblica di acquisto. Pubblicazione di comunicati in contrasto con l'offerta. Concorrenza sleale. Insussistenza. Inibitoria. Non può essere concessa con provvedimento di urgenza. Provvedimento di urgenza. Temporaneità dello stesso. Conseguenze.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 501

Sul bene " azienda " e sul passaggio dalla comunione di godimento alla società (VINCENZO RICCIUTO)

Comunione di azienda. Sfruttamento diretto. Art. 2248 cod. civ. Inapplicabilità. Società di fatto. Configurabilità. Accettazione dell'eredità con beneficio di inventario. Irrilevanza.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 363

Apparenza e rappresentanza " tollerata " (PAOLO MARIA VECCHI)

Rappresentante apparente. Tolleranza dell'apparente rappresentato. Effetti. Affidamento del terzo. Tutela.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 395

Ancora una importante sentenza della Corte di Cassazione in tema di bilanci (GIUSEPPE FERRI)

Impugnativa di bilancio. Necessità di specifico pregiudizio. Diritti di know-how iscritti tra le concessioni. Difetto di chiarezza e precisione. Effetti. Bilancio fiscale. Rilevanza. Limiti. Valutazione delle scorte di magazzino. Metodo Lifo a scatti. Ammissibilità. Immobilizzazioni finanziarie. Valutazioni al costo.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 421

CORTE DI CASSAZIONE - 5 giugno 1985 n. 3360

Poteri degli amministratori. Inoperatività delle limitazioni statutarie della rappresentanza. Agire del terzo intenzionalmente a danno della società. Prova per interrogatorio. Ammissibilità.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 461

CORTE DI APPELLO DI L'AQUILA - 14/12/1983

Deliberazione dell'assemblea. Modificazione della denominazione sociale. Terzi che vantano pretese sulla stessa. Omologabilità.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 473

L'impiego privato dell'Ecu secondo l'ordinamento giuridico italiano (GUSTAVO VISENTINI)

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 223

CORTE DI CASSAZIONE - 15 novembre 1984 n. 5772

Associazioni professionali. Tutela collettiva dei prodotti. Legittimazione delle associazioni professionali. Azione di risarcimento del danno. Sussistenza.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 373

CORTE DI CASSAZIONE - 23 febbraio 1985 n. 1616

Socio imprenditore individuale. Fallimento della società dichiarato dopo il fallimento del socio. Attrazione al fallimento della società della procedura preventivamente aperta.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 417

TRIBUNALE DI TORINO - 9 novembre 1984 (decr.)

Oggetto sociale. Indicazione in modo del tutto generico. Non omologabilità. Deliberazione complessa. Omologabilità parziale.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 481

CORTE DI CASSAZIONE - 7 febbraio 1985 n. 924

Procedimento prefallimentare. Regolamento preventivo di giurisdizione. Esperibilità. Presupposti.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 409

CORTE DI CASSAZIONE - 5 giugno 1985 n. 3356

Inadempimento. Svalutazione monetaria. Indici ufficiali. Domanda limitata alla misura da questi risultante. Onere della prova. Adempimento. Prova del maggior danno a carico del creditore. Prova del minor danno a carico del debitore.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 455

La giurisprudenza della Corte di Cassazione e la recente legge quadro per l'artigianato (GIUSEPPE FERRI)

Presupposti di qualificazione. Numero dei dipendenti. Riferito al ciclo di produzione. Impiegati amministrativi. Esclusi dal calcolo.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 383

Obblighi di comunicazione e concetto di partecipazione sociale (GIULIANA SCOGNAMIGLIO)

1. - Il problema e gli orientamenti della dottrina in relazione al testo originario dell'art. 5 legge 7 giugno 1974, n. 216. 2. - Le innovazioni introdotte dall'art. 7 legge 4 giugno 1985, n. 281. Rapporto fra obblighi di comunicazione e titolarità del voto alla stregua dell'art. 5 novellato. 3. Il proprietario delle azioni gravate da pegno o da usufrutto non è tenuto ad eseguire le comunicazioni previste dall'art. 5, a meno che non gli sia stato pattiziamente attribuito il diritto di voto. 4. - Il titolare del diritto frazionario sulle azioni è tenuto ad eseguire le comunicazioni di cui all'art. 5 anche quando non gli spetti il diritto di voto. 5. - L'imputazione degli obblighi di comunicazione al riportatore e al riportato: ratio della norma. Sua inestensibilità all'ipotesi della vendita a termine di azioni. 6. - Il divieto di voto, come sanzione dell'omissione delle comunicazioni, e le partecipazioni c.d. « plurisoggettive ». 7. - Se le conclusioni raggiunte con riferimento alle azioni possedute in pegno o in usufrutto siano riferibili anche alle quote di S.r.l. 8. - Utilizzabilità del concetto di partecipazione elaborato con riferimento all'art. 5, 1° comma, anche per l'applicazione della normativa sulle partecipazioni reciproche. 9. - Si domanda se lo stesso concetto di partecipazione sia utilizzabile in altri contesti normativi. In particolare: « controllo » su società e partecipazione posseduta a titolo di pegno o di usufrutto.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 233

Sistema brevettuale e settori della tecnica. Riflessioni sul brevetto chimico (VINCENZO DI CATALDO)

Parte I. -- Premessa. - 1.1. Sviluppo della tecnica e differenziazione del sistema brevettuale. - 1.2 Il ruolo storico della meccanica. o 1.3 Creazione e abrogazione di divieti settoriali di brevettazione. - 1.4 Presenza di nonne settoriali di incerta portata. - 1.5 Prospettive d'indagine. - 1.6. Piano di lavoro: studio del brevetto chimico. - 1.7 Invenzione e scoperta: nuovi concetti per la chimica o revisione dei dogmi della meccanica? Parte II. -- L'individuazione del composto. - 2.1. L'individuazione del composto tramite parametri chimico-fisici. - 2.2. L'individuazione del composto tramite il procedimento di sintesi, 2.3 Formule generali e brevetti di sbarramento; i Markush claims. - 2.4 Un rischio particolare dei sistemi senza esame preventivo. -2.5 La brevettazione del composto instabile. Parte III. - I requisiti di brevettabilità. 3.1.1 La novità. Il confronto tra composti individuati tramite parametri chimico-fisici. - 3.1.2 L'invenzione di selezione. - 3.2.1 Utility / industrialità e originalità: le ragioni particolari della ricerca chimica. - 3.2.2 Confronto tra utility e industrialità. - 3.2.3 La utility negli U.S.A. Il primo periodo unitario. La Bremner doctrine. - 3.2.4 Da Nelson a Manson. - 3.2.5 Gli argomenti. L'argomento funzionale (rinvio). - 3.2.6 L'argomento sistematico. L'utilità come elemento interno al concetto di invenzione. -3.2.7 L'utilità del prodotto intermedio. - 3.2.8 Riflessioni conclusive. - 3.3.1 L'originalità: ovvietà strutturale e proprietà inattese. - 3.3.2 La giurisprudenza statunitense. La Hass-Henze doctrine. - 3.3.3 La Papesch doctrine. - 3.3.4 Riflessioni conclusive. Parte IV, - L'estensione del brevetto. - 4.1 I termini del problema: brevetto di prodotto o brevetto d'uso?- 4.2 L'invenzione meccanica e la brevettabilità della traslazione. - 4.3 Il senso puramente processuale della formula "brevetto di prodotto " per la meccanica. - 4.4 Il brevetto chimico come brevetto d'uso anche in senso processuale. - 4.5 Delimitazione dell'uso ed equivalenza. - 4.6 Il tema del nuovo uso del composto chimico negli U.S.A. - 4.7 Rapporti tra brevetto di traslazione e brevetto di nuovo uso: identità sostanziale, differenza processuale. -4.8 Rapporti tra primo brevetto e brevetto di nuovo uso: la regola dell'indipendenza. - 4.9 La protezione del brevetto d'uso e la contraffazione indiretta. Parte V. - Epilogo.

Annata 1985 Fascicolo 9-12 Pagina 277


  • <
  • >

Gentile Utente,
per utilizzare questa funzionalità è necessario prima effettuare il login.

Non sei registrato? La registrazione richiede solamente un minuto!

Hai richiesto il download del seguente articolo:
Titolo: titolo

La parola inserita non è corretta, si prega di riprovare

Per favore conferma l'operazione copiando il testo contenuto nell'immagine nello spazio sottostante:


Hai scelto di acquistare il seguente articolo:
Titolo: #titolo#
Costo: #crediti#.

Hai a disposizione #crediti#, desideri procedere?

Non hai crediti sufficienti per acquistare questo articolo. Puoi acquistare crediti oppure un abbonamento a tempo dalla pagina del tuo profilo.

ISSN 2532-9839 | 2532-9847