Rivista del Diritto Commerciale e del diritto generale delle Obbligazioni

Risultati della

Ricerca

16 risultati


FILTRI ATTIVI

Annata 1968
Fascicolo 5-6
Modifica filtri Nuova ricerca

La società commerciale europea (GIUSEPPE FERRI)

Annata 1968 Fascicolo 5-6 Pagina 268

CORTE DI APPELLO DI GENOVA - 18 luglio 1967

Liquidazione. Nuove operazioni. Responsabilità del liquidatore. Ratifica da parte dei soci. Venir meno della responsabilità del liquidatore. Insussistenza.

Annata 1968 Fascicolo 5-6 Pagina 209

PRETURA DI ROMA - 1 agosto 1967

Associazione non riconosciuta. Tutela ex art. 7 cod. civ. della denominazione. Ammissibilità. Applicabilità dell'art. 700 cod. proc. civ. Presupposti. Fattispecie.

Annata 1968 Fascicolo 5-6 Pagina 225

TRIBUNALE DI MILANO - 8 maggio 1967

Costituzione del pegno e della prelazione. Aspetti distinti. Presupposti di ciascuno.

Annata 1968 Fascicolo 5-6 Pagina 222

CORTE DI CASSAZIONE - 30 marzo 1967, n. 690

Caratteri. Atti di utilizzazione. Rilascio di cambiali per lo smobilizzo. Avallo della cambiale da parte del fideiussore.

Annata 1968 Fascicolo 5-6 Pagina 163

Variazioni in tema di trasferibilità della denominazione sociale (GIUSEPPE FERRI)

Cessazione del diritto esclusivo. Presupposti. Trasferibilità con l'azienda. Inammissibilità. Denominazione sociale includente il nome di un socio. Disponibilità da parte della società. Insussistenza.

Annata 1968 Fascicolo 5-6 Pagina 197

CORTE DI APPELLO DI MILANO - 21 marzo 1967

Funzione non legata necessariamente alla personalità. Denominazione adottata da Ufficio Pubblico. Tutelabilità. Effetti: risarcibilità dei danni, inibitoria.

Annata 1968 Fascicolo 5-6 Pagina 205

CORTE D'APPELLO DI MILANO - 30 gennaio 1968

Contratto preliminare. Esecuzione in forma specifica a norma dell'art. 2932 cod. civ. Ammissibilità. Illiquidità del debito di prezzo. Efficacia traslativa della sentenza condizionata al pagamento del prezzo.

Annata 1968 Fascicolo 5-6 Pagina 218

CORTE DI CASSAZIONE - 7 ottobre 1967, n. 2301

Piccolo imprenditore. Funzione integrativa dell'art. I 2° comma l. f. Limiti. Impresa societaria. Cessazione ai fini dell'applicabilità dell'art. 10 l. f. con la estinzione della società.

Annata 1968 Fascicolo 5-6 Pagina 174

CORTE DI CASSAZIONE - 5 giugno 1967, n. 1223

Risoluzione. Audizione del debitore e dei fideiussori. Facoltà e non obbligo. Risolubilità del concordato attuato mediante cessione dei beni. Ammissibilità e presupposti.

Annata 1968 Fascicolo 5-6 Pagina 167

CORTE DI CASSAZIONE - 9 febbraio 1968, n. 420

Nazionalizzazione. Azione di indennizzo e di restituzione dei beni non elettrici. Foro competente. Sede dell'impresa.

Annata 1968 Fascicolo 5-6 Pagina 185

CORTE DI CASSAZIONE - 8 novembre 1967, n. 2703

Nomina dei liquidatori ad opera del presidente del Tribunale. Reclamo in sede contenziosa. Inammissibilità. Poteri del socio ex art. 2450 3° comma cod. civ. Natura giuridica. Effetti in ordine alla integrità del contraddittorio. Impossibilità di funzionamento della società. Nozione.

Annata 1968 Fascicolo 5-6 Pagina 179

Il diritto francese delle società (CATERINA STOLFI)

Annata 1968 Fascicolo 5-6 Pagina 226

L'artigiano e le attività commerciali (ANTEO GENOVESE)

1. L'importanza di studiare l'impresa artigiana per delimitare l'ambito di applicazione della disciplina commerciale delle imprese. -- 2. La storia economica generale e quella particolare dell'Italia unificata confermano la transizione dell'impresa artigiana verso la media e la grande impresa, specialmente nel se-colo ventesimo. -- 3. L'economia politica osserva la rinascita dell'artigianato nei primi decenni del secolo ventesimo. -- 4. La storia delle legislazioni non auto-rizza la decisa esclusione dell'artigiano dal territorio del diritto commerciale. La vecchia dottrina commercialistica, cercando nell'intermediazione l'elemento co-mune tra il commercio e l'industria, ritenne che l'artigiano non esercitasse un'at-tività commerciale. -- 5. Dalla storia dei progetti del codice di commercio, dai lavori preparatori e dalla legislazione speciale sull'artigianato si ricava che la posizione dottrinale fu vinta dalla nuovissima nozione dell'impresa, che permette il rientro dell'impresa artigiana nell'ambito della materia commerciale. -- 6. Il sistema vigente contempla la nozione generale dell'impresa, dell'impresa agricola e dell'impresa commerciale, esaurendo cosi ogni attività economica in forma d'impresa. Inesistenza delle c. d. imprese civili, quale tertium genus, in cui una corrente dottrinale vorrebbe includere l'impresa artigiana. -- 7.Importanza dogmatica della definizione della piccola impresa. - 8. L'art. 2195 contiene la nozione positiva dell'attività (e dell'impresa) commerciale. L'elenco delle varie attività commerciali deriva dai gruppi degli atti di commercio, che la vecchia dottrina aveva formulato. Continuando l'opera di razionalizzazione delle attività commerciali, queste si riducono alla produzione industriale dei beni e alla produzione dei servizi, che sono contemplate nel numero uno, I numeri successivi sono mere indicazioni dei rami più importanti dei servizi esistenti all'epoca in cui venne emanato il codice vigente. - 9. La produzione dei servizi: la nozione economico-giuridica e la portata generale della formula. - 10. L'indicazione di settori particolari di servizi, che sono esercitati dai vettori, dalle banche e dalle imprese d'assicurazione. Gli altri servizi non nominati: la caccia, la pesca, lo spettacolo, l'ospitalità (= turismo), ecc. - 11. Il servizio del commercio in senso proprio: nozione e casi pratici. - 12. L'attività ausiliaria come servizio. I casi di ausiliarietà per natura, che stanno fuori del numero cinque. - 13. La produzione industriale dei beni. Il carattere industriale non si estende alla produzione dei servizi. L'attività industriale si contrappone all'attività agricola. - 14. Critica dei vari significati proposti per chiarire il carattere industriale e loro inidoneità a escludere l'impresa artigiana dal settore. - 15. Le nozioni giuridiche di attività industriale e di attività agricola circa la produzione dei beni, secondo la loro natura. - 16. Le attività agricole e commerciali connesse a un'attività principale, agricola o commerciale. La sinuosità della linea di confine tra le attività agricole e commerciali in generale. - 17. L'artigiano come piccolo industriale e come piccolo prestatore di servizi personali.

Annata 1968 Fascicolo 5-6 Pagina 169


  • <
  • >

Gentile Utente,
per utilizzare questa funzionalità è necessario prima effettuare il login.

Non sei registrato? La registrazione richiede solamente un minuto!

Hai richiesto il download del seguente articolo:
Titolo: titolo

La parola inserita non è corretta, si prega di riprovare

Per favore conferma l'operazione copiando il testo contenuto nell'immagine nello spazio sottostante:


Hai scelto di acquistare il seguente articolo:
Titolo: #titolo#
Costo: #crediti#.

Hai a disposizione #crediti#, desideri procedere?

Non hai crediti sufficienti per acquistare questo articolo. Puoi acquistare crediti oppure un abbonamento a tempo dalla pagina del tuo profilo.

ISSN 2532-9839 | 2532-9847