Rivista del Diritto Commerciale e del diritto generale delle Obbligazioni

Risultati della

Ricerca

13 risultati


FILTRI ATTIVI

Annata 1959
Fascicolo 9-10
Modifica filtri Nuova ricerca

MÜLLER-HENNEBERG-SCHWARTZ, Gesetz gegen Wettbewerbsbeschrän kungen, Kommentar (ADRIANO VANZETTI)

Annata 1959 Fascicolo 9-10 Pagina 383

MONTEL A., Codice minerario

Annata 1959 Fascicolo 9-10 Pagina 384

Contratto concluso dal " falsus procurator " e responsabilità del " dominus " (FRANCESCO BENATTI)

Apparenza determinata da comportamento colposo del dominus. Principio dell'apparenza del diritto. Applicabilità.

Annata 1959 Fascicolo 9-10 Pagina 335

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. III - 10 maggio 1958, n. 1557

Riferibilità degli atti compiuti dall'amministratore prima della iscrizione nel registro delle imprese. Necessità di ratifica.

Annata 1959 Fascicolo 9-10 Pagina 347

CORTE DI APPELLO DI FIRENZE - 10 marzo 1959

Cambiale tratta non accettata. Fallimento del traente. Pagamento successivo del trattario a terzo. Irrepetibilità.

Annata 1959 Fascicolo 9-10 Pagina 364

La tutela dell'acquirente nella vendita dei titoli di credito (Parte II) (GIOVANNI PANZARINI)

21. Schema generale della trattazione: inesistenza del titolo di credito, aliud pro alio, mancanza di qualità, e vizio redibitorio nella vendita dei titoli di credito. -- 22. Le particolarità dei titoli individuali e dei titoli di massa, e i conseguenti riflessi sulla tematica in considerazione. -- 23. Inesistenza del titolo di credito e aliud pro alio: alcune opportune distinzioni; le eccezioni reali nei titoli di credito. -- 24. Le eccezioni reali nei titoli individuali; le eccezioni reali nei titoli di massa. -- 25. Le eccezioni personali nei titoli individuali, e la posizione intercorrente fra venditore e compratore del titolo nell'ipotesi che siano opponibili al compratore le eccezioni personali. -- 26. Ancora sulle eccezioni reali e sulla invalidità della deliberazione di emissione dei titoli; emissione di titoli compiuta in difformità dalla deliberazione, -- 27. Titoli emessi senza deliberazione autorizzativa. -- 28. Titoli emessi a condizioni difformi dalla deliberazione. -- 29. Varie ipotesi di divergenza tra la deliberazione e remissione dei titoli: riflessi sui titoli emessi. -- 30. Continua: non sempre la divergenza comporta un'eccezione reale da parte della società; in alcuni casi i titoli emessi possono essere validi. -- 31. Titoli emessi in base a deliberazione invalida. Concetto di invalidità delle deliberazioni delle società per azioni. -- 32.Nullità e annullabilità della deliberazione di emissione di titoli: esame della dottrina sulla delicata questione Varie opinioni: DE GREGORIO, ASCARELLI, SALANDRA, FERRARA JR, FORMIGGINI, FERRI, MIGNOLI. - 33. Valutazione della tesi dell' ASCARELLI e relativa critica. - 34. Critica alla tesi del FERRARA JR. L'argomento ex art. 742 cod. proc. civ. non serve per sostenere l'inattaccabilità del diritto dei terzi sottoscrittori. Nel caso di deliberazione di emissione nulla anche i titoli emessi devono ritenersi nulli. - 35. Critica delle opinioni che affermano l'estensione del 3° comma dell'art. 2377 cod. civ. alle deliberazioni nulle: tesi del GRAZIANI e del MIGNOLI e critica delle stesse. - 36. Titoli emessi in base a deliberazione annullata. I titoli emessi sono validi. - 37. Titoli emessi in base a deliberazione inefficace: quando la loro esistenza comporta la lesione dei diritti degli azionisti previlegiati, i titoli non possono ritenersi validi. - 38. Varie ipotesi che comportano ancora il richiamo dell'aliud pro alio nella vendita dei titoli di credito: azioni di società fallita o in liquidazione. - 39. Continua: sono aliud pro alio i titoli che rappresentano una diversa percentuale del capitale sociale rispetto alla percentuale avuta in considerazione dalle partì. - 40. Continua: costituiscono aliud pro alio i titoli sorteggiati; le azioni ex opzione o ex dividendo; le obbligazioni cui mancano le garanzie ipotecarie promesse. - 41. Ancora: costituiscono aliud pro alio i titoli per i quali è già stato pronunciato il decreta di ammortamento (ma è ancora possibile l'impugnativa). Critica dell'opinione del CORRADO. - 42. Considerazioni sul trattamento delle eccezioni reali nei titoli individuali; varie fattispecie e diverse soluzioni in relazione alla vendita. - 43. Il problema del vizio redibitorio e delle qualità ex art. 1497 nei titoli di credito: varie fattispecie.  

Annata 1959 Fascicolo 9-10 Pagina 329

Sull'azione dei pubblici poteri nel campo dell'economia (MASSIMO SEVERO GIANNINI)

1. Inconseguenzialità del linguaggio politico economico. -- 2. L'azione dei pubblici poteri nel campo dell'economia nel linguaggio politico economico. -- Atteggiamenti assunti dalla giurisprudenza e dalla scienza del diritto. -- 3. Impostazione di studio fondata sull'individuazione dei procedimenti regolativi dell'azione dei pubblici poteri. -- 4. Individuazione di taluni procedimenti: sorveglianza. -- 5. Segue: disciplina autoritativa di negozi interprivati. -- 6. Segue: imposizione di obbligazioni pubbliche. -- 7. Segue: procedimenti autorizzatori -- 8. e concessori. -- 9. Segue: ordinamenti sezionali. -- 10. Segue: programmazioni e pianificazioni. Conclusioni. -- 11. Esame di possibili mutazioni di qualità derivanti da variazione quantitativa. -- 12. Esame delle modificazioni dell'organizzazione. -- 13. Possibile enucleazione di qualificazioni giuridiche dal linguaggio politico economico, e suoi limiti. -- 14. Conclusioni.

Annata 1959 Fascicolo 9-10 Pagina 313

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I - 22 gennaio 1959, n. 142

Art. 1 l. f., secondo comma. Integra l'art. 2083 c.c. nello individuare il piccolo commerciante, escluso dalle disposizioni fallimentari. Art.2083 c.c., ultima parte. Determinazione della prevalenza del lavoro familiare per l'individuazione della piccola impresa artigiana, Art. 1 l. f., secondo comma. Determinazione del capitale investito nell'azienda.

Annata 1959 Fascicolo 9-10 Pagina 350

TRIBUNALE DI ALESSANDRIA - 11 aprile 1959

Società a prevalente partecipazione statale. Criteri di determinazione. Recesso dalle associazioni sindacali dei datori di lavoro. Art. 3 L. 22 dicembre 1956 n. 1589, terzo comma. Eccezione di incostituzionalità. Non è manifestamente infondata. Intervento adesivo in causa del Ministero delle partecipazioni statali.

Annata 1959 Fascicolo 9-10 Pagina 391

Sulle leggi delle Regioni Sarda e Trentino Alto Adige in tema di emissione di azioni al portatore (MARIO IANNUZZI)

Nominatività obbligatoria. D. L. 25 ottobre 1941, n. 1148 Legittimità costituzionale.

Annata 1959 Fascicolo 9-10 Pagina 321

Pubblicità del prodotto proprio e concorrenza sleale (RAFFAELE NOBILI)

Pubblicità del proprio prodotto ispirato a criteri di suggestività e iperbolicità. Critica obiettiva dei prodotti altrui. Comunicazione diretta al pubblico dell'instaurazione di un giudizio nei confronti di un concorrente. Liceità.

Annata 1959 Fascicolo 9-10 Pagina 368


  • <
  • >

Gentile Utente,
per utilizzare questa funzionalità è necessario prima effettuare il login.

Non sei registrato? La registrazione richiede solamente un minuto!

Hai richiesto il download del seguente articolo:
Titolo: titolo

La parola inserita non è corretta, si prega di riprovare

Per favore conferma l'operazione copiando il testo contenuto nell'immagine nello spazio sottostante:


Hai scelto di acquistare il seguente articolo:
Titolo: #titolo#
Costo: #crediti#.

Hai a disposizione #crediti#, desideri procedere?

Non hai crediti sufficienti per acquistare questo articolo. Puoi acquistare crediti oppure un abbonamento a tempo dalla pagina del tuo profilo.

ISSN 2532-9839 | 2532-9847