Rivista del Diritto Commerciale e del diritto generale delle Obbligazioni

Risultati della

Ricerca

15 risultati


FILTRI ATTIVI

Annata 1959
Fascicolo 7-8
Modifica filtri Nuova ricerca

Natura giuridica del concordato fallimentare (ERNESTO TOMAIUOLI)

Annata 1959 Fascicolo 7-8 Pagina 313

LEHNICH O., Die Wettbewerbsbeschränkung. Eine Grundlegung (ADRIANO VANZETTI)

Annata 1959 Fascicolo 7-8 Pagina 308

STAATSLEXIKON, Recht Wirtschaft (ADRIANO VANZETTI)

Annata 1959 Fascicolo 7-8 Pagina 310

V. MÜLLER-FREIENFELS, Die Vertretung beim Rechtsgeschäft (M.M. PEDRAZZINI)

Annata 1959 Fascicolo 7-8 Pagina 311

La responsabilità del socio occulto di società in accomandita semplice (GIAMPAOLO DE FERRA)

Annata 1959 Fascicolo 7-8 Pagina 241

Sulla trasformabilità della società cooperativa in società ordinaria (PIERO VERRUCOLI)

Annata 1959 Fascicolo 7-8 Pagina 287

I contratti di utilizzazione della nave nel diritto ellenico (CONSTANTINOS ROCAS)

Annata 1959 Fascicolo 7-8 Pagina 295

La tutela dell'acquirente nella vendita dei titoli di credito (GIOVANNI PANZARINI)

1. Il titolo di credito, quale res mobilis, oggetto dei negozi traslativi della proprietà ed in particolare del contratto di vendita: impossibilità di ricondurre la tutela dell'acquirente alle regole della cessione del diritto. -- 2. Rapporti fra cessione del diritto e vendita dei titoli di credito. La vendita dei titoli all'ordine o nominativi, non accompagnata dalla girata o dal transfert, non equivale a cessione del diritto. -- 3. I titoli rappresentativi di merci non costituiscono normalmente oggetto di vendita: il loro trasferimento è conseguente all'avvenuto contratto di vendita delle merci. -- 4. Programmazione e limiti dell'indagine. -- 5. L'azione di garanzia per l'evizione nella vendita e gli estremi necessari per l'evizione. Critica all'opinione che esige la perdita del possesso.-- 6. Corollari del concetto di evizione. -- 7. Necessità -- ai fini dell'applicazione, nella nostra materia, della garanzia per l'evizione e dell'azione di risoluzione per vendita di cose altrui -- della determinazione delle regole che presiedono al trasferimento della proprietà dei titoli di credito.-- 8. Il trasferimento della proprietà dei titoli si attua in base al principio consensuale.-- 9. L'azione di garanzia per l'evizione, l'azione di risoluzione per vendita di cosa altrui, e le azioni ex artt. 1482 e 1498 cod. civ., si applicano, fino al trasferimento del possesso qualificato del titolo, negli stessi termini previsti per le altre cose mobili. La garanzia per l'evizione e razione di risoluzione per vendita di cosa altrui, nel caso di vendita del titolo a due diversi acquirenti. Il mancato gradimento degli organi sociali alla trasferibilità delle azioni non costituisce evizione. - 10. L'influenza delle regole possesso vale titolo, nelle cose mobili e nei titoli di credito, per l'applicazione delle azioni appena precisate. L'estensione sistematica del principio di cui all'art. 1153 cod. civ., 1° comma, all'art. 1994 cod. civ. - 11. L'onere della prova della buona fede nell'acquisto dei titoli: conoscenza dell'illegittima provenienza della cosa; iusta causa e prova della iusta causa. Conseguenze delle soluzioni proposte rispetto alla garanzia per l'evizione. - 12. Costituzione dei diritti reali di garanzia, dei diritti reali limitati, dei vincoli processuali e non processuali, sul titolo di credito. Le azioni ex artt. 1482 e 1489 cod. civ., dopo il trasferimento del possesso qualificato del titolo di credito: limiti dell'effetto estintivo dei vincoli e diritti altrui, proprio della regola " possesso vale titolo ". - 13. L'evizione del titolo di credito ad opera dello stesso emittente: applicazione della garanzia. - 14. Non può pretendere la garanzia per l'evizione, od esperire l'azione di risoluzione per vendita di cosa altrui, chi sia divenuto titolare del titolo di credito in base alla regola " possesso vale titolo ". - 15. Si esclude che possa darsi evizione del diritto incorporato senza che vi sia evizione del titolo di credito: il fallimento o lo scioglimento della società non costituiscono evizione del titolo di credito. - 16. Necessità di un approfondimento per le fattispecie dell'ammortamento del titolo, e per l'evizione dei beni sociali. - 17. Non costituiscono evizione l'ammortamento del titolo di credito, o la vendita di titolo ammortizzato o di duplicato irregolare. - 18. L'evizione dei beni sociali non può considerarsi evizione dei titoli azionari venduti. Irrilevanza dell'errore sul valore, e constatazione che la situazione patrimoniale della società non costituisce qualità dei titoli. - 19. Considerazione dei beni sociali, operata dai contraenti all'atto della vendita dei titoli azionari: azione di dolo e clausola di risoluzione contrattuale, anche tacita. - 20. Continua: mancato inserimento della clausola risolutiva nella fattispecie negoziale ed errore bilaterale non colpevole dei contraenti. Soluzione del problema: la clausola (virtuale) di risoluzione dedotta dall'interpretazione integrativa del negozio.

Annata 1959 Fascicolo 7-8 Pagina 252


  • <
  • >

Gentile Utente,
per utilizzare questa funzionalità è necessario prima effettuare il login.

Non sei registrato? La registrazione richiede solamente un minuto!

Hai richiesto il download del seguente articolo:
Titolo: titolo

La parola inserita non è corretta, si prega di riprovare

Per favore conferma l'operazione copiando il testo contenuto nell'immagine nello spazio sottostante:


Hai scelto di acquistare il seguente articolo:
Titolo: #titolo#
Costo: #crediti#.

Hai a disposizione #crediti#, desideri procedere?

Non hai crediti sufficienti per acquistare questo articolo. Puoi acquistare crediti oppure un abbonamento a tempo dalla pagina del tuo profilo.

ISSN 2532-9839 | 2532-9847