Rivista del Diritto Commerciale e del diritto generale delle Obbligazioni

NICOLA GASPERONI

Collegamento e connessione tra negozi

Collegamento e connessione tra negozi (NICOLA GASPERONI)

1. La fenomenologia dei collegamenti nel campo giuridico: collegamento soggettivo-oggettivo-negoziale. Rilievo del collegamento e della connessione tra negozi giuridici per la dottrina generale del contratto. - 2. La pluralità di negozi giuridici quale premessa ineliminabile per l'esistenza di un fenomeno di collegamento negoziale in senso tecnico. Accoglimento del criterio, che riconduce l'unità del negozio all'unità della causa. - 3. Esigenza ed opportunità di una classificazione. - 4. Presupposti logico-giuridici del fenomeno del collegamento; da esso esulano le ipotesi di a) combinazione di più dichiarazioni negoziali nello stesso negozio; b) patti aggiuntivi o modificativi dell'unico negozio; c) connessione alternativa di più negozi (alternative Verbindung) . - 5. Vicende che colpiscono il negozio e vicende che si riflettono sul rapporto giuridico da esso creato. Rilevanza del collegamento limitata alla fase di formazione dei due o più negozi: collegamento genetico. - 6. Contratti preparatori e contratti di coordinamento. Si esclude l'esistenza di un collegamento nella fase genetica nei casi a) del contratto preliminare rispetto al contratto definitivo; b) dei cosiddetti contratti di coordinamento. Esame dell'opinione accolta nei riguardi della: 1) somministrazione; 2) apertura di credito; 3) assicurazione in abbonamento. - 7. Vicende di un negozio che operano e si riflettono sul rapporto derivante dall'altro negozio a cui è avvinto: collegamento funzionale. Suddivisione dei negozi avvinti da un nesso giuridicamente rilevante a seconda che il fondamento del legame sia: A) nella stessa natura dei negozi (negozi necessariamente connessi) ; B) nella volontà delle parti (negozi collegati) .- 8. A) Negozi necessariamente connessi: concetto del nesso di accessorietà giuridica tra negozi (categorie dei negozi complementari-dipendenti-ausiliari-integrativi di secondo grado) - 9.a) contratti accessori; b) contratti derivati (subcontratti) , - Peculiarità del fenomeno del cosiddetto inscatolamento di un contratto in un altro della stessa natura e dello stesso tipo. - 10. B) Negozi collegati. - Rilevanza giuridica dell'atto volitivo nel fenomeno del collegamento tra negozi. - Nozione di intento (empirico) e posizione che esso occupa nello schema dell'atto volitivo. - 11. Negozi collegati in posizione di unilateralità (subordinazione unilaterale: Verbindung mit einseitiger Abhängigkeit) o di bilateralità (in rapporto di dipendenza reciproca: Verbindung mit gegenseitiger Abhängingkeit) . Contratti reciproci o reciprocamente condizionati. - 12. Determinazione degli effetti del collegamento e della connessione tra più negozi. - Ipotesi di abuso della funzione del collegamento (la cosiddetta combinazione negoziale in fraudem legis).

Annata 1955 Fascicolo 7-8 Pagina 357

ISSN 2532-9839 | 2532-9847

Gentile Utente,
per utilizzare questa funzionalitą č necessario prima effettuare il login.

Non sei registrato? La registrazione richiede solamente un minuto!

Hai richiesto il download del seguente articolo:
Titolo: titolo

La parola inserita non č corretta, si prega di riprovare

Per favore conferma l'operazione copiando il testo contenuto nell'immagine nello spazio sottostante:


Hai scelto di acquistare il seguente articolo:
Titolo: #titolo#
Costo: #crediti#.

Hai a disposizione #crediti#, desideri procedere?

Non hai crediti sufficienti per acquistare questo articolo. Puoi acquistare crediti oppure un abbonamento a tempo dalla pagina del tuo profilo.