Rivista del Diritto Commerciale e del diritto generale delle Obbligazioni

Risultati della

Ricerca

35 risultati


FILTRI ATTIVI

Annata 1941
Fascicolo 1
Modifica filtri Nuova ricerca

IL LIBRO DEL LAVORO DEL NUOVO CODICE CIVILE (ANTONIO PUTZOLU)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 193

LA NUOVA SCIENZA DEL DIRITTO COMMERCIALE (LORENZO MOSSA)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 439

LE LIQUIDAZIONI AMMINISTRATIVE NELLA RIFORMA DEL FALLIMENTO (SALVATORE SATTA)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 486

IL DIRITTO COMMERCIALE NEL SISTEMA DELLA NUOVA CODIFICAZIONE (ALBERTO ASQUINI)

I. Il piano dei nuovi codici. — 2. Il contributo del diritto commerciale ai principi generali del nuovo diritto delle obbligazioni. — 3. Il settore commerciale nel sistema del nuovo codice civile. — 4. Nozione di impresa. — 5. Nozione di impresa commerciale. — 6. Statuto speciale dell'impresa commerciale: imprese commerciali soggette a registrazione. — 7. La disciplina del rapporto di lavoro nell'impresa commerciale. — 8. I rapporti esterni dell'impresa commerciale. — 9. L'insolvenza dell'impresa commerciale. — 10. Il nuovo compito della scienza del diritto commerciale.  

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 429

IL CIRCOLO (FRANCESCO CARNELUTTI)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 293

Libri e riviste

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 88

LA BANCAROTTA E LA LEGGE IN PREPARAZIONE SUL FALLIMENTO (FILIPPO GRISPIGNI)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 129

LA RIFORMA DEL DIRITTO DEL RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO IN GERMANIA (ALFREDO HUECK)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 143

CARATTERE SCIENTIFICO ED AUTONOMIA DELLA GIURISPRUDENZA (ANTONIO TOZZI)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 338

RIFLESSIONI IN TEMA DI ESCLUSIONE DEL SOCIO (AURELIO CANDIAN)

1. La specie: domanda giudiziaria di scioglimento di società irregolare e domanda riconvenzionale di esclusione del socio attore. — 2. Come fu decisa da una sentenza della Corte di appello di Torino. — 3. Possibile azione di accertamento quanto all'esclusione? — 4. La riconvenzionale di esclusione non può sottrarre al socio attore la legittimazione processuale. — 5. Ma, poi, è fondata opinione che la esclusione non può essere disposta dall'autorità giudiziaria, bensì soltanto deliberata dai soci o dalla società. — 6. Non giova, in senso contrario, tentare la sussunzione della pronuncia di esclusione nell'ambito dell'art. 1165 cod. civ. — 7. Irrilevanza della indagine, se nella esclusione si attui un potere disciplinare dell'ente sociale o invece semplicemente un potere avente la sua fonte nel contratto. Comunque, questa seconda opinione appare fondata. — 8. La esclusione è deliberata dagli organi sociali, o dai soci, a seconda del tipo della società. — 9. Nella specie di cui sub 1), l'eventuale deliberazione di esclusione del socio attore da parte degli altri soci, prima della proposizione della domanda di scioglimento, avrebbe privato quello della legittimazione processuale. — 20. La stessa conseguenza si sarebbe creata in caso di deliberazione di esclusione successiva alla domanda di scioglimento, ma anteriore alla chiusura della discussione.

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 357

ALCUNI ORIENTAMENTI DELLA DOTTRINA PROCESSUALE GERMANICA (ANTONIO SEGNI)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 77

Libri e riviste

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 421

IL DIRITTO COMMERCIALE E L'ORGANIZZAZIONE ECONOMICA TEDESCA (ERICH MOLITOR)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 450

LA LOGICA E I CONCETTI GIURIDICI (SALVATORE PUGLIATTI)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 197

RASSEGNA CRITICA DELLA GIURISPRUDENZA DI DIRITTO MARITTIMO (Anno 1940) (ETTORE CASATI)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 48

A PROPOSITO DELL'IMPRESA NEL CODICE CIVILE (FRANCESCO SANTORO-PASSARELLI)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 140

CONSIDERAZIONI SUL NUOVO CODICE CIVILE IN MATERIA DI SERVITÙ PREDIALI (GIUSEPPE GROSSO)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 364

SCIENZE E METODI DEL DIRITTO COMMERCIALE (LORENZO MOSSA)

1. Il diritto commerciale francese della rivoluzione. — 2. La scienza tedesca del diritto commerciale di un secolo. — 3. La rinascita del diritto commerciale in Italia. — 4. La scienza dei metodi del diritto commerciale nel secolo XIX. — 5. Metodo economico giuridico e diritto dell'economia. — 6. La scuola del diritto libero. — 7. Sociologia del diritto. — 8. La giurisprudenza degli interessi. — 9. La scienza francese dei metodi. — 10. Metodi attuali del diritto commerciale.  

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 97

Libri e riviste

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 491

LIBRI E RIVISTE

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 282

LA NUOVA LEGGE ITALIANA SUL DIRITTO DI AUTORI (LUIGI FERRARA)

1. Spirito corporativo della nuova manifestazione legislativa fascista, informata al rispetto della proprietà, anche intellettuale, come «completamento» della personalità, ed indirizzata allo sviluppo della potenza nazionale. — 2. Bisogno di più ampio disciplinamento, di fronte al movimento culturale e all'organizzazione corporativa. Portata sistematica del nuovo testo, con significanti, se non radicali, innovazioni: concorso del diritto di utilizzazione economica col distinto diritto della personalità dell'autore, nella protezione dell'opera dell'ingegno. —   3. Soppressione della pesante e poco pratica formalità della trascrizione degli atti di trasferimento del diritto di autore. — 4. Innovazioni riguardanti le opere cinematografiche. I coautori e il titolare del diritto di utilizzazione economica sull'opera: il produttore. — 5. Coordinazione di interessi pubblici e privati circa la condizione giuridica delle opere radiodiffuse. — 6. I diritti connessi al diritto di autore. E la protezione del diritto degli interpreti lirici, drammatici e musicali. — 7. Discutibile diniego del diritto sulla propria immagine alle personalità della vita pubblica. — 8. Inopportuna riesumazione parziale della improcedibilità. giudiziaria per omissione della formalità del deposito. — 9. Notevole e provvida rielaborazione delle nuove norme sul contratto di edizione. — 10. Carattere complessivo della nuova legge, come « superamento di stile fascista.  

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 1

Libri e riviste

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 344

RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA DEL LAVORO (GIOVANNI PETRACCONE)

1. Carta del lavoro. — 2. Carta della mezzadria, piccola affittanza, colonia. — 3. Contratto collettivo. — 4. Associazioni professionali: intervento in cassazione. — 5. Inquadramento sindacale e ciclo produttivo. — 7. Denuncia sindacale. — 7. Rapporti d'impiego pubblico e rapporti d'impiego privato. — 8. Azienda e dipendenza di azienda. — 9. Contratto d'impiego a tempo determinato. — 10. Rapporto di lavoro marittimo. — 11. Rapporto d'impiego privato, caratteri e qualifica impiegatizia. — 12. Dirigenti di azienda. — 13. Lavoro familiare e convivenza « more uxorio ». — 14. Il trasferimento del dipendente. — 15. Prodotti dell'ingegno dell'impiegato e diritto dell'azienda. — 16.  Responsabilità del datore di lavoro. — 17. Richiamo alle armi. — 18. Stipendi e emolumenti. — 19. Lavoro straordinario. — 20. Ferie e riposo settimanale. — 21. Cessione e trasformazione di azienda. — 23, Licenziamenti in tronco e dimissioni coatte. — 23. Dimissioni del lavoratore anziano o ammalato. — 24. Indennità di licenziamento. — 25. Cessione del rapporto di lavoro per malattia o infortunio. — 66. Rinunzie e transazioni. — 27. Usi e consuetudini. — 28. Prescrizione.

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 258

FORME E VOLONTÀ' NELLA DICHIARAZIONE CAMBIARIA (BERTO BRACCO)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 466

LIQUIDAZIONE COATTIVA E FALLIMENTO (LUIGI LORDI)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 155

LA RISOLUZIONE DEL FALLIMENTO (GIUSEPPE ALLETTA)

1. La dottrina dell'inammissibilità della risoluzione nel fallimento, suoi argomenti e loro valutazione. — 2-5. La dottrina dei rapporti bilaterali non eseguiti: sue incertezze e manchevolezze dogmatiche. — 6. La dottrina della risoluzione e dei rapporti bilaterali non eseguiti in Germania. — 7. Influenza della concezione della risoluzione come sanzione sulla dottrina dei rapporti bilaterali nel fallimento. — 8. Responsabilità dei creditori concorsuali per i contratti bilaterali assunti dal fallimento. — 9. La dichiarazione di assunzione del contratto da parte del curatore. — 10. Il diritto ai danni nella risoluzione. — 11. Compensazione tra crediti da contratto bilaterale e tra i crediti derivanti dalla risoluzione. — 12. Rapporti tra domanda d'insinuazione e di risoluzione.

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 215

IL NEGOZIO DI ADESIONE NEL DIRITTO PRIVATO (PASQUALE DI PACE)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 34

FORMA E VOLONTÀ NELLA DICHIARAZIONE CAMBIARIA (BERTO BRACCO)

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 372

LA SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA NEL NUOVO CODICE CIVILE (ENRICO SOPRANO)

1. Premessa. — 2. Il problema della limitazione di responsabilità, Sua estenzione. Inconvenienti dell'adozione della forma azionaria. — 3, Precedenti storici. — Discussioni e progetti italiani. — 5. La società a responsabilità limitata nel nuovo codice civile. —6. La società a responsabilità limitata e le società personalistiche, — 7. La società a responsabilità limitata e le società azionarie. — 8, La società a responsabilità limitata e la frequenza dei fallimenti. — 9. Collocamento dell'istituto nel codice. — 10. Problema d'inquadramento. — 11. Disciplina dell'istituto. — 12, Nozioni. — 13. Denominazione sociale, — 14. Forma costituzionale. — 15.  Capitale sociale. — 16, Esclusione di contribuzione e di responsabilità supplementari. — 17. Prestazioni accessorie. — 18. Numero dei soci. — 19. Conferimenti. — 20. Alienabilità delle quote e sua derogabilità. — 21. Divisibilità delle quote. — 22. Quota comune. — 23. Esecuzione del creditore particolare del socio sulla quota di costui. — 24. Divieto di emissione di obbligazioni. — 25. Amministrazione in genere. — 26. Assemblea. — 27. Amministratori. — 28, Collegio sindacale e diritto di controllo dei soci. — 29. Libri sociali e bilancio. — 30. Modificazioni dell'atto costitutivo. — 31. Scioglimento. — 32. Liquidazione. — 33. Trasformazioni.

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 394

Libri e riviste

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 163

RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA IN MATERIA DI DISSESTO DELLE SOCIETÀ COMMERCIALI (GUIDO RAFFAELLI)

I. Generalità: 1. Varie forme di provvedimento collettivo di dissesto. — 2. Presupposti per la dichiarazione di dissesto delle società commerciali: a) il presupposto che si tratti di una società commerciale. — 3. Se possa dichiararsi il dissesto di una società commerciale in liquidazione dopo la chiusura della liquidazione e formalità relative. — 4. Ipotesi di un unico azionista. — 5. Società commerciale o comunione ereditaria? — 6. Ipotesi di azienda facente parte del patrimonio di un'eredità accettata con beneficio d'inventario.— 7. Fallimento delle società. trasformate. — 8. Fallimento delle società irregolari, rinvio. — 9. Presupposti per la dichiarazione di dissesto delle società commerciali: b) la cessazione dei pagamenti per obbligazioni commerciali. — 10. Iniziativa per la dichiarazione dello Stato di dissesto: a) per il concordato preventivo. — 11. b) per il fallimento. — 12. Tribunale competente per il procedimento di dissesto. — 13. Fallimento società estere. — II. Effetti della dichiarazione di fallimento: 14. La retrodatazione. — 15. Azioni del curatore contro i soci. — 16. Il fallimento della società e quello dei soci. — 17. Il fallimento della società e quello dei soci receduti od esclusi. — 18. Estensione di fallimento. — 19. Estremi per l'estensione. — 20. Il fallimento della società ed i soci a responsabilità limitata che abbiano perduto il beneficio della limitazione. — 21. Alcune massime in tema di estensione. — 22. Il fallimento del socio e la società. — 23. Il fallimento della società e l'inalterabilità dello statuto sociale. — 24. Opposizione alla sentenza di estensione del fallimento. — III. Amministratori e liquidatori durante il fallimento: 25. A che spetta l'azione di responsabilità al sensi dell'art. 147 cod. comm. durante il fallimento. — IV. Il concordato della società e dei soci: 26. Iniziativa. — 27. Cessione del patrimonio sociale ad un terzo. — V. La liquidazione coatta: 28. Rapporti fra liquidazione volontaria e liquidazione coatta consecutiva. — 29. Situazione giuridica dell'impiegato nel caso di liquidazione coatta. — 30. Non necessarietà della qualità di ente morale per la messa in liquidazione coarta. — 31. Creditori dell'ente in liquidazione, divieto di ogni estensione forzata sui beni dell'ente. — 32. Azione di responsabilità ai sensi dell'art. 147 cod. comm.  

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 310


  • <
  • >

Gentile Utente,
per utilizzare questa funzionalità è necessario prima effettuare il login.

Non sei registrato? La registrazione richiede solamente un minuto!

Hai richiesto il download del seguente articolo:
Titolo: titolo

La parola inserita non è corretta, si prega di riprovare

Per favore conferma l'operazione copiando il testo contenuto nell'immagine nello spazio sottostante:


Hai scelto di acquistare il seguente articolo:
Titolo: #titolo#
Costo: #crediti#.

Hai a disposizione #crediti#, desideri procedere?

Non hai crediti sufficienti per acquistare questo articolo. Puoi acquistare crediti oppure un abbonamento a tempo dalla pagina del tuo profilo.

ISSN 2532-9839 | 2532-9847