Rivista del Diritto Commerciale e del diritto generale delle Obbligazioni

Risultati della

Ricerca

22 risultati


FILTRI ATTIVI

Annata 1931
Fascicolo 1
Modifica filtri Nuova ricerca

Il consiglio di sorveglianza nella società in accomandita. (MARIO CUNIETTI)

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 217

Le azioni a voto plurimo in Francia.

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 220

La lettera di vettura ferroviaria all'ordine;

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 223

CONFLITTO DI QUALITÀ E DI INTERESSI E CONTRATTO (GIUSEPPE PUGLIESE)

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 164

Sui contratti collettivi di lavoro. (VITTORIO SALANDRA)

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 80

LIBRI E RIVISTE

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 226

LE ASSEMBLEE SENZA CONVOCAZIONE (CESARE VIVANTE)

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 186

La concorrenza sleale od illecita nella recente giurisprudenza italiana (1918-1930) (Ermanno Albasini Scrosati)

1. Fondamento dell’azione per concorrenza sleale od illecita. — 2. Borsalino c. Rinascente. — 3. Magit c. Franco. — 4. Bonizzato c. Visentini. — 5. Versino c. Squillante. — 6. Guglianetti c. Janetti. — 7. Finzi c. Unione Int. — Douglas Scotti c. Casa Corso Venezia e Saronni. — 8. Pestalozza c. Nava. — 9. Zenith c. Feroldi. — 10. Carpano c Chiadò — 11. Fiat c. Sfit. — 12. Barelli c. Ranzani. — 13. Biondo c. Società Teatro Lirico. — 14. Geronazzo c. Ruberti. — 15. Nava c. Fenaroli.— 16. O. M. A. R. c. Saldalini. — 17. Van Berkel e Bach c. Perna. — 18. Pinton c. Poretto. — 19. Della Beffa c. Lancia. — 20. Casati c. Ferrario. — 21. Fiat c. Roncaglia. — Lanfranchi c. Società Garelli. — 22. Lanza c. Gambaro. — 23. Società Terme Montecatini c. Bisleri. — 24. Leoni c. Baraldi Mariani. — 25. Nagas e Ray c. Fracassi. — 26. Soc. ind. idr. c. Rossi. — 27. Società An. Colli fioriti c. Benedusi. — 28. a) Curcio c. Cirio. — b) Bosio c. Calosi. — c) Curcio c. Soc. conserve alimentari Bonifiche Pontine. — d) Saleri c. Coltellerie riunite. — e) Martini Rossi c. Cinzano. Cora e Gancia. — 29. Gerosa c. Marconi — Ratti c. Basevi.  

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 37

LA GIRATA E LA CESSIONE DELLA PROVVISTA NEL DIRITTO CAMBIARIO (LORENZO MOSSA)

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 1

Dell'impugnazione delle sentenze di retrodatazione (LEOPOLDO CONFORTI)

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 1

Accettazioni bancarie e cessione della provvista (GIANCARLO FRE)

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 84

La cambiale in bianco nella convenzione di Ginevra del 1930 (AMEDEO GIANNINI)

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 70

COLLAZIONE E IMPUTAZIONE DEI FIGLI NATURALI (FRANCESCO SANTORO PASSARELLI)

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 212

LIBRI E RIVISTE

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 97

I REATI CONCERNENTI LE SOCIETÀ DI COMMERCIO E LA LEGGE ROCCO DEL 1930 (GIACOMO DELITALA)

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 176

LA COSI DETTA PROPRIETÀ’ SCIENTIFICA E LA SUA PROTEZIONE PRATICA (EDUARDO PIOLA CASELLI)

1. Uno studio critico del Dr. Marwitz. sopra gli ultimi lavori della Commis­sione internazionale della Cooperazione intellettuale e su quelli della Sottocommissione italiana dei diritti intellettuali. — 2. In difesa della proposta italiana di prefiggere allo scienziato scopritore un termine di tre anni dalla pubblicazione della scoperta per fare registrare la nota di rivendicazione presso l’Ufficio internazionale; c sopra altre obbie­zioni del Dr. Marwuitz. — B. Il problema considerato dal punto di vista del diritto interno o nazionale. — 4. Il diritto dello scienziato discopritore può veramente essere caratterizzato come un diritto individuale autonomo? Strette attinenze ed interferenze col diritto dell’inventore industriale. — 5. Il certificalo di autore del recente diritto russo sovietico sulla proprietà industriale. — 6. Sua superiorità sul brevetto nei rapporti della rimunerazione dall’inventore. — 7. Esso agevola la saldatura della scoperta scien­tifica con la invenzione industriale, nonché la rimunerazione cumulativa di queste due forme di attività intellettuale. — 8. La riforma della nostra legge sulla proprietà indu­striale dovrebbe prendere in considerazione questa nuova forma di tutela, in quanto armonizza col diritto corporativo e completa le deficienze del sistema dei brevetti. — 9. Rapporti fra il certificato di autore dell’invenzione industriale col certificato di autore della scoperta scientifica. — 10. Intorno alla necessità di completare la registrazione della scoperta presso l’Ufficio internazionale con una seconda registrazione presso l’Ufficio nazionale dei brevetti. — 11. Sulla necessità, altresì, che la registra­zione contenga la designazione fatta dallo scienziato inventore, della categoria industriale a carico della quale egli si riserva di esercitare il suo diritto di rimunerazione. — 12. La ripartizione o perequazione dell’onere della rimunerazione fra le varie industrie nazionali che fruiscono della scoperta, è problema di ordine interno, sindacale corpo­rativo. — 13. Conclusione.

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 191

Gli apporti in natura nelle società per azioni (EMILIO OTTOLENGHI)

  GLI APPORTI IN NATURA NELLE SOCIETÀ PER AZIONI (*) 1. Lacuna del Codice vigente riguardo agli apporti in natura. — 2. Dolo e lesione nella valutazione degli apporti. — 3. Difese preventive. — 4. Sanzioni contro i « pro­motori » o i « primi amministratori » della società — 5 Norme della « vendita» applicabili ai conferimenti sociali. — 6. Perizie facoltative e obbligatorie. — 7. Ap­porti-vendite.

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 56

L’AMMORTAMENTO DI TITOLI NOMINATIVI INTESTATI AL COMMISSIONARIO FALLITO (LUIGI LORDI)

1 Nei titoli di credito eoa si può parlare di possesso c proprietà.— 2, Esclusa tale contrapposizione tra possesso e proprietà, la procedura di ammortamento, in caso di vittoria del richiedente, termina con una sentenza costitutiva, che toglie il diritto cartolare a ehi l’ha, per trasferirlo al vincitore. — 3-5. L’agente di cambio (come ogni altro mediatore) quando al cliente non denunzia il nome dall'altro contraente, si trasforma in commissionario; nè si confondono lo figure del mediatore e del commissio­nario. — 6. Il commissionario deve denunziare al committente il nome del terzo, mentre il mediatore non ha tale obbligo. Il mediatore può entrare nel contratto come contropartita: diritto che di regola non ha invece il commissionario. — 7. Se si ritiene che il mediatore fallito non si sia trasformato in commissionario, il cliente avrà senz'altro diritto di riavere i titoli dal curatore. — 8. È richiesta di ammortamento di titoli no­minativi la richiesta diretta ad ottenere intestazione di titoli nominativi diversa dall’at­tuale; egualmente la vendita coattiva di azioni non liberate, in danno dell’azionista moroso, e ammortamento. — 9. Diritto del committente o del cliente dell'agente di cambio di ottenere il tramutamento d'intestazione di titoli che l’agente di cambio o il commissionario fallito avesse intestato a sé (pur avendoli comprati per conto del cliente o del committente) e che vanno invece intestati al cliente del mediatore o al commit­tente. — Ih. La sentenza elio accoglie la domanda del cliente del mediatore o del committente produce citello immediato; e può pronunziarsi anche durante il falli­mento del mediatore o del commissionario. — II. Quando il commissionario contratta col terzo, il committente acquista direttamente dal terzo. — 12. L’acquisto diretto del com­mittente si deduce dagli art. 386 e 387 c. di c. Si ha debito del committente, responsabilità sua o del commissionario insieme. — 13. L’acquisto diretto del committente può farsi valere anche nel fallimento del commissionario. — 14. L’acquisto ilei committente e pregiudicato se terzi di buona fede hanno acquistato dai commissionario diritti in­compatibili con l'acquisto del committente. — 15. La revoca o la limitazione di poteri del commissionario è opponibile però dal committente al terzo che ne avesse cono­scenza. — 16. Ineccepibilità dell'acquisto di terzi in buona fede aventi causa dal coni- missionario. — 17. L’acquisto diretto del committente rispetto a creditori del commis­sionario che abbiano trascritto precetto sull'immobile intestalo al commissionario. — 18. Rivendicazione del committente di immobili intestati al commissionario fallito e che questi aveva acquistati pel committente. — 19. Conclusione.

Annata 1931 Fascicolo 1 Pagina 117


  • <
  • >

Gentile Utente,
per utilizzare questa funzionalità è necessario prima effettuare il login.

Non sei registrato? La registrazione richiede solamente un minuto!

Hai richiesto il download del seguente articolo:
Titolo: titolo

La parola inserita non è corretta, si prega di riprovare

Per favore conferma l'operazione copiando il testo contenuto nell'immagine nello spazio sottostante:


Hai scelto di acquistare il seguente articolo:
Titolo: #titolo#
Costo: #crediti#.

Hai a disposizione #crediti#, desideri procedere?

Non hai crediti sufficienti per acquistare questo articolo. Puoi acquistare crediti oppure un abbonamento a tempo dalla pagina del tuo profilo.

ISSN 2532-9839 | 2532-9847