Rivista del Diritto Commerciale e del diritto generale delle Obbligazioni

GUIDO RAFFAELLI

RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA IN MATERIA DI DISSESTO DELLE SOCIETĄ COMMERCIALI

RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA IN MATERIA DI DISSESTO DELLE SOCIETĄ COMMERCIALI (GUIDO RAFFAELLI)

I. Generalità: 1. Varie forme di provvedimento collettivo di dissesto. — 2. Presupposti per la dichiarazione di dissesto delle società commerciali: a) il presupposto che si tratti di una società commerciale. — 3. Se possa dichiararsi il dissesto di una società commerciale in liquidazione dopo la chiusura della liquidazione e formalità relative. — 4. Ipotesi di un unico azionista. — 5. Società commerciale o comunione ereditaria? — 6. Ipotesi di azienda facente parte del patrimonio di un'eredità accettata con beneficio d'inventario.— 7. Fallimento delle società. trasformate. — 8. Fallimento delle società irregolari, rinvio. — 9. Presupposti per la dichiarazione di dissesto delle società commerciali: b) la cessazione dei pagamenti per obbligazioni commerciali. — 10. Iniziativa per la dichiarazione dello Stato di dissesto: a) per il concordato preventivo. — 11. b) per il fallimento. — 12. Tribunale competente per il procedimento di dissesto. — 13. Fallimento società estere. — II. Effetti della dichiarazione di fallimento: 14. La retrodatazione. — 15. Azioni del curatore contro i soci. — 16. Il fallimento della società e quello dei soci. — 17. Il fallimento della società e quello dei soci receduti od esclusi. — 18. Estensione di fallimento. — 19. Estremi per l'estensione. — 20. Il fallimento della società ed i soci a responsabilità limitata che abbiano perduto il beneficio della limitazione. — 21. Alcune massime in tema di estensione. — 22. Il fallimento del socio e la società. — 23. Il fallimento della società e l'inalterabilità dello statuto sociale. — 24. Opposizione alla sentenza di estensione del fallimento. — III. Amministratori e liquidatori durante il fallimento: 25. A che spetta l'azione di responsabilità al sensi dell'art. 147 cod. comm. durante il fallimento. — IV. Il concordato della società e dei soci: 26. Iniziativa. — 27. Cessione del patrimonio sociale ad un terzo. — V. La liquidazione coatta: 28. Rapporti fra liquidazione volontaria e liquidazione coatta consecutiva. — 29. Situazione giuridica dell'impiegato nel caso di liquidazione coatta. — 30. Non necessarietà della qualità di ente morale per la messa in liquidazione coarta. — 31. Creditori dell'ente in liquidazione, divieto di ogni estensione forzata sui beni dell'ente. — 32. Azione di responsabilità ai sensi dell'art. 147 cod. comm.  

Annata 1941 Fascicolo 1 Pagina 310

ISSN 2532-9839 | 2532-9847

Gentile Utente,
per utilizzare questa funzionalitą č necessario prima effettuare il login.

Non sei registrato? La registrazione richiede solamente un minuto!

Hai richiesto il download del seguente articolo:
Titolo: titolo

La parola inserita non č corretta, si prega di riprovare

Per favore conferma l'operazione copiando il testo contenuto nell'immagine nello spazio sottostante:


Hai scelto di acquistare il seguente articolo:
Titolo: #titolo#
Costo: #crediti#.

Hai a disposizione #crediti#, desideri procedere?

Non hai crediti sufficienti per acquistare questo articolo. Puoi acquistare crediti oppure un abbonamento a tempo dalla pagina del tuo profilo.